Altro: Le sante sberle della "casalonga"

January 29, 2019

 

Qualche rospo mi accuserà di maschilismo, risponderò con la mia biografia femminista o lascerò la difesa alle mie amiche. Auguri, io non  vorrei averle contro su temi simili, sanno che sono l'anti-macho per elezione, in "Sport Crime" e nella vita.

 

Si parla troppo poco di violenza effettuata DALLE donne.

 

Quella maschile (SCNF*) si basa su una vigliaccheria A:

  • sono più forte di fisico e (ancora frequente) soldi e potere quindi devi subire le sberle

Quella femminile (molto meno frequente, spero sia ignorata solo per questo) sulla vigliaccheria B:

  • non puoi reagire perché sono una donna

 

Numeri diversi e pesi fisici diversi, ma per uno strutturalista la costruzione è la stessa. Vigliaccheria su un debole appoggiata a uno o più punti di forza.

 

Io e Dani sappiamo di molti atleti grandi e grossi che incassano e non denunciano per non essere derisi: "Ti immagini se dico che con i miei 103 kg di muscoli sono stato a subire sberle da un'esile figuretta femminile?”.

 

Un giocatore addirittura ha preferito risultare violento dopo aver ricevuto 3 sberle e un bicchiere in faccia. I vicini hanno chiamato la polizia, e lui ha voluto evitare che alla moglie fossero tolti i figli. Risulterà violento a vita.

 

Il nostro immaginario (cari che scrivete su FB di essere liberi, etc. etc.) non riesce a visualizzare un Mike Tyson che si copre la testa con le mani e incassa colpi senza rispondere. Su la mano chi non ha voglia di fare una battuta.

 

E il bambino?

  • La casalonga sa benissimo che il figlio non le restituisce lo schiaffo.

  • Sa anche che ci sarà sempre un quando ce vo', ce vo' a salvarla in caso di (rarissima) intromissione di vicini o parenti.

  • Calcola istintivamente che togliere il figlio alla madre è molto infrequente.

 

Il bambino (fate la prova) invece ricorda esattamente data, giorno e dettagli di ogni santo e cristiano scapaccione. Anche se le santità sono molte e ripetute.

 

In genere il mio amico bimbo ti dice che è colpa sua perché ha sbagliato qualcosa. Il bambino santamente colpito al corpo tende a colpevolizzare se stesso e (forse la cosa che mi fa più pena) a salvare la mamma (o zia, insomma la casalonga, sia versione lasagna che "Om-Om") dicendo che è tanto stanca e che lui aveva fatto disordine in casa.

 

Lo so, estrarre temi numericamente bassi porta equivoci e brutte figure, ma spiegatelo al bambino che ha preso il santo, materno, mestruato, madonnale, doveroso, affettuoso, cattolico, bio-energetico, “outside the boxico”, manageriale educativo colpo al viso.

 

Per non dover vivere sotto scorta sorvolo sugli urli e faccio colpevolmente finta che non lascino il segno sui figli.

 

Viva Marianne Faithful, abbasso 'a Siora Tribolin che lavora tanto pa' a so' famejeta.

 

*SCNF= salvo casi non frequenti

 

PS: nella stagione 3 di "Sport Crime" toccheremo il tema con riferimenti precisi a casi e persone (inattaccabili legalmente ma leggibili a molti spettatori).

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload