Fiction: Sport Crime attacca le casalonghe

September 17, 2018

Sport Crime attacca le casalonghe (e non le casalinghe).

 

Sport Crime attacca i catar-rocker italiani (non i Goblin o Le Orme). 

 

Sport Crime attacca le separelle e non le separate.

 

Sport Crime attacca gli “innoveidors” e gli starduppers (tutti, senza distinzione, parlano che non si capisce, trattano male chi non si inchina, vivono con i soldi dei genitori e fingono di guadagnarli con l'ingegno che non hanno).

 

Certo che se uno ha voglia e tastiera per fraintendere...

 

Più che Sport Crime è il mio personaggio che attacca, tutto programmato.

 

La casalinga è buona, prepara il pasto per il figlio e anche per l'amico del figlio che non ha una casa, poi ti fa un pacchetto da portare via. La casalonga è fetida, acida, vive in un perenne e fatiscente mestruo doloroso del quale incolpa il mondo. Prende il piatto sul quale hai appoggiato una mela, lo mette dentro la pentola del ragù e poi si lamenta che ha tanto da sgrassare. Spero si estingua.

 

Il catar-rocker che in molti ascoltate è ricalcato a tavolino su uno o più rocker inglesi di dieci anni prima. Sputa, sbava, scatarra e dice "o, iea". Si aggancia alla retorica e se lo interroghi sui Rolling Stones ti accorgi che confonde Mick con Keith e crede al cambio del sangue. E (peggio) ride felice. Il vero rocker italiano è sottovalutato in casa (Simonetti, Pignatelli, Morante, Santangelo e altre decine) e applaudito all'estero. L'ital-catarro anche? Si, ma come folklore macchiettistico italiano. Bene per lui, sono critico, libero, sarcastico ma non invidioso, è sempre comunque lavoro retribuito, onesto e non inquinante.

 

La separella posta che bisogna amare l'amicizia perché l'amore è l'amico di chi ama gli amori degli amici che uno ha nel cuore dell'amore. Poi urla contro i figli perché il telefono non prende. Quando va bene. Ricordo un giornalista che aveva detto a Reitano che la sua canzone sull'Italia era un tantino retorica. In risposta? Urli corredati da saliva collaterale: non sapeva cosa fosse l'emigrazione quel critico lì, che l'Italia va amata, che lui non sa cosa vuol dire. E tutta 'a clakke: "eccia rragione!".

 

Sport Crime (Dabs almeno) vuole bene (tanto, davvero) a chi ha voglia di distinzioni.

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload