Psicologia: Shht! Vedrai che domani alle 7 creerà un baruffino. Il "serial tiffer”. Di DANIELA SCALIA

January 4, 2018

 

Abbiamo a bordo una celebre studiosa della psiche che non può firmarsi nel sito di Luca né esporsi per questioni contrattuali sue.

 

Ma ci aiuta molto nell'aspetto psicologico dei casi e direi anche nei rapporti umani. Lavora a una “task force” sul comportamentale tattico, e ci passa gli studi privati, o non ancora pubblicabili per mancanza di numero sufficiente di test (ci sono delle leggi precise sulla pubblicazione).

 

Ci sta istruendo sulle "baruffine" tattiche.

 

Ok, tutti sappiamo che chi è insicuro tende a begare e buttare in confusione, lo fanno i politici messi in crisi dai giornalisti (“E' falso! Non è vero! Menzogne!" ma mai una calma frase di smentita o di contenuto).

 

Spesso i manager che hanno a che fare con agenti e superstar (la nostra amica viene da quel campo) sanno che esiste il gioco d'anticipo. Chi sa di non poter essere puntuale crea un conflitto preventivo, poco prima della scadenza, in modo da non dover dire “non ho ottenuto il permesso dallo Staple Center”, ma:

 

visto che hai usato questo termine allora io sono praticamente uno stupido e lo Staple Center ve lo sognate”.

 

In genere si appendono a questioni di linguaggio, di forma, e parlano come se il permesso allo “Staple” fosse acquisito ma per colpa tua perso.

 

In genere avviene 3-7-11 giorni prima della scadenza concordata o più tardi, nel cuore del ritardo prolungato, se il tiffer conta ancora di “farcela”.

 

A volte quindi è molto più utile comparare le date e gli impegni presi più che scervellarsi sul “chissà perché fa così” o peggio “chissà perché tutti fanno così”.

 

TIFFERS CAN COUNT.

 

Anche questa è una frase chiave che Luca (grande fan e alunno di Tversky, Eckmann e Kanheman/Treisman) usa spesso, per questo lo vedi calcolare quando gli altri urlano.

 

Il tiffer cerca il pareggio numerico: uno che non ti ha risposto o consegnato x per un mese (e doveva) dirà che tu hai tradito la sua fiducia non mettendolo in copia per una festa facendolo passare da cretino.

 

Il tiffer sa di essersi inventato una finta offesa, ma ha bisogno di un pareggio numerico: gesto grave = gesto grave. E questo lo ottiene fingendo la gravità di una cosa banale.

 

Interessante. Quasi divertente.

 

PS: differenza tra patologico, tattico e aziendale in un prossimo articolo

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload