Rugby: Le terre dei calciatori senza calciatori

July 29, 2017

 

AUSTRALIA, terra dell'Aussie Rules (vi prego non pronunciatelo Ossi, fate uno sforzo). A mia fallibile memoria l'unica ala in grado di metterti un low-punt (il calcio più elementare) è Haylett-Petty (che ha giocato anche estremo). Per il resto vediamo n°10 che trovano touche da 20 metri quando l'ultima delle riserve della VFL (2nda lega AuSSie Rules) calcia ordinariamente da 50 metri tra i pali.

 

Attenzione, non parlo di piazzati

  1. perché è tutto un altro calcio che nell'AR non esiste,

  2. perché di piazzati non ci capisco niente, non ho mai provato, non so come funzioni, anche in telecronaca lasciavo sempre onestamente il buco o lo spazio al collega (d'altronde commentando con Veneziano o Bettarello...).

 

ITALIA, terra di calciatori. Con i giocatori del 6 Nazioni che in privato si/ti chiedono perché conquistare un penalty con la faccia e le clavicole per vedere poi un viziato (dal club o dal passaporto) che guadagna con un calcio in touche (citazione letterale) “6 metri, poi ti fa anche la faccia soddisfatta perché sa che i suoi compari in telecronaca la commentano come corta e sicura. Per noi è quasi meglio non vincerlo quel penalty perché devi ristrutturare tutto, rivelare una touche, ripassare per le prime fasi...").

 

Ecco, perché le terre dei calciatori si coprono di ridicolo, di calci in mano all'avversario e di touche da 4 metri e mezzo?

 

    Ho un conflitto di interessi, anche economico, quindi lascio la domanda inevasa.

     

     

     

     

    Please reload

    Recent posts

    Please reload

    Search by Tags

    Please reload