Hockey/Rugby: Mi chiedo spesso di DANIELA SCALIA

September 18, 2016

 

 

Mi chiedo spesso perché i rugbisti non si allenino tramite l'Hockey e viceversa.

 

I benefici di stare ore a divertirsi su due lame sono grossi e veloci soprattutto per chi non ha mai giocato o quasi. Chi ha vissuto sui pattini non mi sembra che con un ora in più possa cambiare molto, ma ho l'esempio di Luca che alla sua età ha imparato a camminare e correre correttamente, e che certe volte sembra un altro.

 

Parlandone con suo figlio ci siamo chiesti dove sarebbe potuto arrivare, quanto meglio avrebbe potuto giocare a Rugby se anche solo saltuariamente qualche volta avesse giocato a Hockey. Prendi tutto e moltiplicalo per dieci o cento sui professionisti.

 

Chiaro, andrebbero accompagnati, gestiti, ci sono dei trucchi iniziali, ma tenere un quindicenne su

una tavoletta propriocettiva non è sempre facile, si stufa, mentre metterlo sul ghiaccio è molto più facile e divertente, e infatti casomai il problema sarà toglierlo.

 

Si ma se non sa pattinare? Impara, le prime volte barcolla.

 

Allenando gli hockeisti al contatto e alle "skills" rugbistiche vengo a contatto con la loro rinnovata confidenza, con la serenità di prendere o dare una carica.

 

Lavorando a Sport Crime mi rendo conto di come il diventare agili (si, agili) possa cambiare la percezione di se stessi. E mi chiedo spesso perché non lo facciano tutti.

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload