Fiction: In rosso le domande più deficienti

February 3, 2016

 

 

È così difficile capire che Sport Crime è una fiction? In rosso le domande più deficienti.

 

Ma è un reality?

No, una serie tv

 

Ma dal vivo?

No, le serie si registrano.

 

Ma è un (questa è da record) un mocumentary?

No, una serie tv, qualcuno indaga per risolvere un caso di sport.

 

Ma dove posso vederla? (beh, questa è comprensibile)

Dipende da chi la compra.

 

Prima la fate e poi si vede in tv?

Si, l'inverso è difficile

 

Ma la fate per poi trasmetterla?

No, par magnarla in umido.

 

Quindi poi uno la vede da casa?

A questo punto mi arrendo.

 

Passiamo a un'altra categoria, quella interessante dal lato psichiatrico-esibitivo. A volte chiedo alla persona che ho di fronte che fiction vede di solito o occasionalmente, per fare un parallelo. Una persona civile risponde “Castle”, oppure “Guardavo Colombo con mio nonno”, o “CSI” o qualcosa di simile.

 

L'insicuro invece si guarda bene intorno, rilascia il risolino di rivalsa, specifica bene di non guardare MAI la televisione e poi si spara la cartuccia grossa: “Non so cosa sia una fiction!”, con gli spazi sinaptici gonfi di dopamina.

 

Non sai cos'è una fiction?

Nooooo (e vai ipofisi che finalmente produci).

 

Quelle che durano un'ora con la sigla, qualcuno che indaga su un caso...

Ma ti dico di noooo

 

Mai visto Happy Days da piccolo? Neanche Pippi Calzelunghe? Neanche per sbaglio?

E qui cambiano discorso, ma hanno fatto giornata, hanno già guadagnato qualcosa da Sport Crime.

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload