AFL: Chad Cornes e le nuove regole, io ci butto

January 1, 2016

 

Si sente spesso dire che "alla fine in campo ci vanno i giocatori". 

 

Chi pronuncia la frase passa da uomo concreto, ma non si chiede mai perché gli stessi giocatori cambiano molto a seconda del fatto di essere allenati da una persona o da un'altra.

 

Mi piace scommettere su giocatori e allenatori ancora non emersi, ad applaudire quelli trionfanti sai che divertimento.

 

Quest'anno la difesa dei Sidney Giants potrebbe perfino ragionare da reparto e non da unità di star costose, il "backline coach" è Chad Cornes.

 

Dopo 239 match con Port Adelaide e 16 con i Giants si è messo ad allenare a tempo pieno nel 2013, in un assetto societario e di gioco molto sconnesso.

Quest'anno ha potuto partecipare alla campagna acquisti, impostare sedute specifiche per i "rebounder" (vedi articoli precedenti) e fare tutti i calcoli che deriveranno in maniera differita dalle limitazioni sui cambi.

 

Certo, il ruolo più coinvolto sarà quello dei ruckman, che dovranno spendere più tempo in campo, distanziandosi (impressione mia) ancora di più dal ruolo del vecchio ruckman che smanacciava la palla solo per dare un'idea di dominio ormai scaduta.

 

Ho visto un pezzetto di sessione di allenamento, Dean Brogan e Mc Veigh hanno lasciato Mumford con Cornes, forse (e sarebbe interessante) Mum potrebbe avere qualche minuto da torre difensiva.

 

Boh, io ci butto.

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload