NZ-AUS, il precedente grave (c'entra col Rugby e spiega un termine gergale)

October 31, 2015

 

Il gesto legale ma scorretto che i neozelandesi non hanno mai perdonato agli australiani si chiama "Trevor Chappell Underarm", il lancio sottomano di Chappell nel 1981.

 

Emerge nelle metafore, in qualche modo "an Aussie Underarm" vuol dire una canagliata australiana.

Emerge anche nel gergo ovale, quando ci si riferisce ai vari trucchi che gli australiani usano per aggirare la loro debolezza storica in mischia ordinata (passi laterali, franare, spingere di taglio, etc). Esempio: "This was an underarm at the face off, the prop was pushing inward".

 

1981, ultima palla del match, ai Kiwis servono 6 run per pareggiare, Greg Chappell dice al fratello Trevor di lanciare sottomano, gesto non vietato ma (ancora peggio negli sport anglosassoni) considerato scorretto per consuetudine (con le regole di adesso sarebbe un "no ball").

 

Con una palla rasoterra, nel campo da cricket più grande del mondo (MCG) il colpo per spedire la palla fuori era impossibile per fisica e balistica (vedi video). Un precedente grave.

 

 

Trovo però  bellissimo che una questione etica abbia segnato la storia, questo fornisce la lettura esatta del fattore rispetto, e della tendenza britannica a riferirsi alla consuetudine e allo spirito più che al regolamento. Se un gesto simile è tra i più brutti della storia,  il cricket è uno sport grandioso.

 

Ps: Se qualcuno ti dice che rugby e cricket non c'entrano ti prego di avere pazienza e fair play.

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload