AFL: Gold Coast Suns, il mercato di Ablett

October 15, 2015

 

 

Il mercato estivo dei Gold Coast Suns si capisce (e non del tutto, parlo per me) solo tenendo presente un episodio recente: Gary Ablett che non si presenta all'impegno televisivo del documentario sui capitani. 

 

L'impegno era programmato e Ablett è un super-puntuale, ma ha detto che non ne poteva più di rispondere a domande su droga e arresti, di telefonare a casa ai giocatori, insomma è scoppiato, e un club “nuovo” non si può permettere figure simili. In Australia ovviamente se ne è parlato molto. G.A. ha perfino chiesto di fare capitano Michael Rischitelli o Tom Lynch (per poi calmarsi e ritrattare a Sports Today).

 

Prima di attaccarlo (“Ue beh, ma anche lui però, etc”) ricordiamoci che a domande simili ha dovuto rispondere fin dall'asilo a causa del padre.

 

I primi anni dei Suns sono stati mirati all'attrazione globale e zonale, perfino con un'allenatore icona che aveva perso un po' il filo negli anni. Bravi comunque, c'è da dire che l'operazione è riuscita e che le facilitazioni di draft e salary cap sono state usate con testa, ma poi (oltre a quanto detto) è emerso troppo forte il fattore Ablett: da finals con lui, da fondo classifica senza.

Nel 2015 le cifre dipendono quasi esclusivamente dalla percezione del marchio e dai risultati.

 

Per il 2016 dovranno fare senza Greg Broughton, Andrew Raines (che allenerà l'academy) e Timmy Sumner, più interessanti invece i “delisting” di Josh Hall e dei 3 rookies Tyrone Downie,

Louis Herbert e Jarred Ellis.

 

In pratica hanno dovuto tenere presente tutti i calcoli di dovere ma anche una pulizia di spogliatoio imposta da Ablett. Go Gary.

 

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload