Cricket: ambidestri, la meccanica, la tradizione e lo spirito

June 21, 2015

 

La regola richiede ai battitori di essere destri o sinistri, di dichiararlo prima, insomma di esserlo, secondo molti già lo switch hit (mi giro e spazzo con la mazza bassa) costituisce un cambio tra l'essere destro e/o mancino, quindi non va benissimo con lo spirito (vedi Kevin Pietersen).

 

In fondo anche il lanciatore deve dichiarare da che lato del castelletto approccerà la rincorsa, quindi o tutti o nessuno dice lo spirito del cricket.

 

Ma su Cricinfo di questa settimana Pete Lagman inizia una discussione particolare, fatta mille volte ma mai da un angolo meccanico.

 

E se è la mia meccanica personale a farmi battere da entrambi i lati? Devo rinunciare a una caratteristica mia? (Allora va bene anche il braccio piegato di Muttiah Muralitharan?)

 

In fondo (stessa fameja) l'Hockey prato ha solo bastoni destri, ma se sei mancino puoi ben usare le spazzate dall'altro lato (ci farò un articolo presto).

 

Nei nostri sport tutto quello che è etico è grande, chi non ne fa idealmente parte ti aspetta proprio su questa linea per dirti che sei antico.

 

Non ho la risposta, ma mi piace tanto questo dibattito, se vuoi vai a leggerlo tutto, questa è solo una riassuntina tra amici.

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload