Bene AFL, il caso Linsdey Thomas puo' servire al Rugby

May 22, 2015

Lindsay Thomas (North Melbourne) è molto discusso perchè ottiene free-kick abbassando la testa al momento del placcaggio, il suo nome resterà legato alla discussione di questi giorni, ma gli specialisti di questa furboneria sono molti, per esempio Joel Selwood. Potrei aggiungere un'altra ventina di nomi, e mettendo a fianco la statura potre

i dare l'impressione di voler difendere gli alti per principio.

 

Mi piace come la tendenza ad abbassarsi e frodare viene affrontata in AFL e in NHL: ok, la regola dice chiaro che se il contatto primario è sopra le spalle sei punito, ma finalmente si inizia a fischiare seriamente anche il gesto di abbassarsi all'ultimo secondo del portatore di palla o di disco.

 

Secondo me il rugby non ha ancora trovato questa chiarezza interpretativa, né il League né lo Union.

 

Il gesto di abbassarsi si chiama ducking, viene da anatra, è un termine tipico anche del cricket, del battitore che si abbassa per non prendere la pallata in testa.

 

La linea tra un placcaggio alto e un ducking malefico a volte è dubbia, ma c'è un trucco infallibile: fidarsi dell'arbitro e non fare le vittime.

 

E c'è un'altra capacità tecnica da tutelare: l'arte sottile dei piccoli di passare « sotto » il placcaggio. Chi arbitra deve leggere bene la differenza tra una volontà di usare il proprio baricentro basso per avanzare o passare, e quella di fregare il prossimo. Se il portatore di palla (Cyril Rioli, Brent Harvey, Paul Puopolo ad esempio nell'Australian Football, Rob Burrow, Aaron Smith, Danny Care nei vari rugby) tenta di passare oltre e c'è un contatto minimo con la testa, l'arbitro bravo lascia andare.

 

Cosa non mi è piaciuto neanche di taglio nella vicenda di Thomas? Il discorso confusissimo di Brad Scott, l'allenatore dei North Melbourne Kangaroos, che in un simil-politichese che sembra strutturato per poi poter dire « mi avete frainteso » ha detto che la tattica di Linsdey Thomas va bene e fa comodo.

 

E ci sarebbe un altro tema interessante: molti dicono che « giocare per il penalty » è contro lo spirito, io credo di poter dimostrare che solo in pochi casi sia effettivamente cosi', ma, come detto, altro tema e altro articolo.

 

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload