Cricket: Stumped. Provo a parlare di un film che non ho visto

February 21, 2015

 

 

È un gioco che faccio spesso, cerco di immaginare un film e quando l'ho visto confronto il pensato e il visto.

 

Stumped ovviamente è un termine di Cricket, significa eliminato con abbattimento dei paletti, cioè il modo più diretto e crudele. 2003 è l'anno di produzione, ma è ambientato durante la Coppa del mondo 1999. Diciamo spesso che Bollywood non produce film di cricket, che i due campi si influenzano nella vita ma non in « pellicola », le eccezioni però non lasciano il segno.

 

Cerco di vedere « Stumped » (ma per mio impedimento non riesco) e cerco di farmi un idea, ma per disparità di giudizi raccolti nemmeno riesco. Qualcuno mi dice che è profondo perché racconta la guerra in un proiezione diversa, perché l'autrice (Raveena Tandon) ha fatto uno sforzo produttivo notevole di mescola dei linguaggi. Altri rispondono che il cameo di Sachin Tendulkar era risparmiabile, e tutto sommato il film anche.

 

Risposta più classica: ha immaginato il futuro e la cronaca. Controrisposta: non ci voleva tanto

 

Reena (Raveena) e il marito, il maggiore Major Raghav Seth, insieme a Ranga Khetrapal, Swadesh Deshpande e mogli varie, Laltu Singh e un santone mezzo cieco (volevo vedere che non si chiamasse Baba*) vivono serenamente e apprezzano il cricket, fino a quando il marito di Reena-Raveena viene chiamato a combattere dei terroristi a Kargil, lei viene corteggiata da tre ragazzi, e il seguito non lo so, perché magari un giorno riesco a vederlo questo « Stumped ».

 

Protagonisti: Raveena Tandon, Aly Khan, Salman Khan, Viju Khote.

 

Regia: Gaurav Pandey

 

Successo di pubblico: scarso

 

Opinioni: spaccate in 2

 

Cutiosità mia: medio/alta

 

* il tema merita un articolo a parte, coming soon

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Recent posts

Please reload

Search by Tags

Please reload